ICE in corso

Osservatorio delle ICE

In questa area del sito vengono pubblicate informazioni sintetiche riguardanti le ICE registrate dalla Commissione europea. Aggiornamenti in tempo reale ed approfondimenti sono anche disponibili al sito web: http://ec.europa.eu/citizens-initiative/public/?lg=it
Per firmare a sostegno di tali iniziative o contattare i rispettivi comitati promotori si prendano come riferimenti principali le pagine web ufficiali indicate.

ICE SUDDIVISE PER SETTORI

ICE su tematiche relative all’ambiente:
•    Fermiamo l’Ecocidio in Europa: un’Iniziativa dei Cittadini per dare Diritti alla Terra
•    "30 km/h – rendendo le strade vivibili!"
•    Sospensione del Pacchetto Clima-Energia UE
•    Per una gestione responsabile dei rifiuti, contro gli inceneritori
•    Stop alla vivisezione
•    Acqua potabile e servizi igienico-sanitari: un diritto umano universale! L’acqua è un bene comune, non una merce!

ICE sui diritti civili:
•    Let me vote
•    Iniziativa Europea per il Pluralismo dei Media

ICE sui diritti socio-economici:

•   Reddito di base incondizionato (RBI) – Esaminare un percorso per condizioni generiche dello stato sociale atte a promuovere una cittadinanza attiva nell’UE.

•  ACT 4 Growth

-New Deal For Europe: Per un Piano Europeo di Sviluppo sostenibile


ICE in tema di consumatori:
•    Single Communication Tariff Act

•    Iniziativa Europea sulla Regolamentazione della Cannabis

•    Iniziativa Europea per la liberalizzazione del Vaping

ICE in tema di istruzione, formazione e mobilità


Altre tipologie di ICE:
•    Per una piattaforma unica di raccolta firme on-line per le iniziative europee dei cittadini
•    Uno di noi



ELENCO GENERALE DELLE ICE IN ORDINE CRONOLOGICO DI PRESENTAZIONE 

 

New Deal For Europe: Per un Piano Europeo di Sviluppo sostenibile

Status: Raccolta firme in corso      scadenza: 07/03/2015
Firme raccolte: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte


La crisi economica che stiamo vivendo attualmente in Europa è una crisi straordinaria, che merita quindi delle misure straordinarie. Questa è la premessa per il lancio dell' Iniziativa dei Cittadini Europei "New deal 4 Europe". Questa Ice mira a lanciare un piano straordinario d'investimenti pubblici per far ripartire occupazione e crescita in Europa. I promotori individuano delle aree prioritarie su cui concentrarsi: energie rinnovabili, ricerca e innovazione, agricoltura ecologica ed infrastrutture. Il risultato di questi investimenti, attuati a livello europeo, dovrebbe essere quello di far ripartire l' economia, soprattutto dei Paesi attualmente in difficoltà.Tra le coperture vengono individuate una carbon tax sulle emissioni di Co2 e una Tobin tax sulle transazioni finanziarie.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:

        Articles 3 of SEA,Artt. 8,39,145,170,172,173,179,180,181,311,352 of TFEU

 

Comitato dei cittadini promotore: 

  • Rappresentante: Fausto Durante - eci@newdeal4europe.eu
  • Supplente: Philippe GrosJean - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Altri membri: Elena Rodriguez Espinar, Jean Francis Billion, Ivo Kaplan, Giovanni Rastrelli, Nikos Lampropoulos

 

Website: www.newdeal4europe.eu

 


Iniziativa Europea per la liberalizzazione del Vaping

Status: Raccolta firme in corso      scadenza: 25/11/2014
Firme raccolte: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte

La classificazione delle sigarette elettroniche e dei prodotti correlati attraveros una legislazione che li definisca come prodotti con fini ricreativi e non come medicine, tabacco o prodotti simili, senza considerare il contenuto di nicotina. Consentire ai fumatori di sigarette elettroniche di poter fumare in ogni Stato Membro anche dove queste non siano regolate, senza che venga impattata in modo negativa la disponibilità e la disponibilità dei prodotti da fumo elettronici. Permettere a tutti i futuri fumatori di provare la ricca cultura del vaping che è al momento goduta negli Stati Membri dove il vaping non è regolamentato. Consentire ai produttori ed ai venditori colpiti di restare nel mercato, senza venir vincolati a procedure dispendiose in termini di tempo e denaro per l'acquisizione di licenze.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Articles 67, 191, 168, 173 and 179 of TFEU, Articles 2, 3 and 7 of CFREU.

Comitato dei cittadini promotore:

  • Rappresentante: Krisztián PIFKÓ - info@efvi.eu
  • Supplente: Markus KÄMMERER - markus.kammerer@efvi.eu
  • Altri membri: Serge POPLEMON, Monika CALVETTI-FÜRST, Marcin DURAJ, Scott Andrew FITZSIMMONS, Ditta DITEWIG

Website: http://www.efvi.eu/

 

Iniziativa Europea per la regolamentazione della Cannabis

Status: Raccolta firme in corso      scadenza: 20/11/2014
Firme raccolte: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte


Una soluzione Europea ad un problema Europeo: legalizzare la cannabis. Questa ICE ha lo scopo di far adottare all'Unione Europea una politica comune di controllo e regolamentazione della produzione, dell'uso e della vendita della cannabis. Al momento esiste una mappa legale eterogenea riguardo alle politiche sulla cannabis nell'Unione Europea. Si pone una questione di coerenza e di discriminazione. Una politica comune sul controllo e la regolamentazione della produzione, dell'uso e della vendita della cannabis garantirebbe:

a) uguaglianza di fronte alla legge e una non discriminazione dei cittadini dell'Unione Europea;

b) protezione del consumatore e monitoraggio della sicurezza sanitaria;

c) fine del traffico illegale di cannabis

Lanciamoci verso la legalizzazione della cannabis e l'armonizzazione delle legislazioni nazionali nell'Unione Europea!

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
TFEU: Art.67; Art.168; Art.169; Charter: Art.20; Art.38

Comitato dei cittadini promotore: 
•    Rappresentante: Pierre BALAS - pierre.balas@sciencespo.fr
•    Sostituto: Bendix FESFELDT  - bendix.fesefeldt@sciencespo.fr
•    Altri membri: Delia TOJA DE LA MUELA, Pieter David VERDAM, Gaelle VAN BERWAER, Miriam TARDELL, Marta LORIMER
  
Website: http://weedliketotalk.wix.com/wltt


 Iniziativa Europea per il Pluralismo dei Media
 
Intervista ai Promotori dellICE: Iniziativa Europea per il Pluralismo dei Media

Status: Raccolta firme in corso       scadenza: 19/08/2014
Firme raccolte: sono state raccolte 12.006 (*) firme


Protezione del pluralismo dei media attraverso la parziale armonizzazione delle legislazioni nazionali relative alla proprietà e alla trasparenza, al conflitto di interesse con incarichi politici e all’indipendenza degli organismi di regolamentazione.
Chiediamo la revisione della Direttiva sui Servizi di Media Audiovisivi (o l’adozione di una nuova direttiva) volta all’introduzione di norme armonizzate in materia di protezione del pluralismo dei media come misura necessaria per il corretto funzionamento del mercato interno. Tale legislazione, in conformità con la Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, risponderà anche all’obiettivo di interesse pubblico consistente nel mantenere un dibattito democratico pluralista attraverso il libero scambio di idee e informazioni nell’Unione europea.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Articoli 22, 26, 49, 50, 55 e 114 del TFUE; Art. 11 della Carta dei diritti fondamentali dell’UE

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Ségolène PRUVOT - info mediainitiative.eu
•    Sostituto: Cayetana DE ZULUETA - italia mediainitiative.eu
•    Altri membri: Granville WILLIAMS, Esther DURIN, Ioana Adriana AVADANI, Peter MOLNAR, Asen Petrov VELICHKOV
 
Website: http://www.mediainitiative.eu/

 Non contate le spese per l'istruzione come parte del deficit! L'istruzione è un investimento! 

Status: Raccolta firme in corso scadenza 06/08/2014
Firme raccolte: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte



Questa ICE mira ad escludere dal calcolo del deficit di spesa pubblica di ciascun paese, quella parte di spesa destinata all’istruzione pubblica che risulti essere inferiore alla media dell’Eurozona negli ultimi 5 anni.
Gli obiettivi principali sono: 1.Combattere la disuguaglianza, offrendo pari opportunità di istruzione e formazione a tutti i giovani d’Europa. 2.Assicurare l’esistenza ed il corretto funzionamento delle  infrastrutture e degli strumenti adeguati e appropriati per l'istruzione di alta qualità in Europa in un tempo di crisi. 3.Stimolare e salvaguardare la crescita, lo sviluppo e le istituzioni democratiche, garantendo l’impiegabilità delle giovani generazioni investendo nell’istruzione. 4. Sostenere la politica europea “Orizzonte 2020”.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori: Articoli del TFEU: 121, 126, 136, 165, 166, 338 e il Protocollo n. 12

Comitato dei cittadini promotori:
•    Rappresentante: ΠΑΝΑΓΙΩΤΗΣ ΠΑΠΑΔΟΠΟΥΛΟΣ - PANOSPEGASUS YAHOO.COM
•    Supplente: LIGIA DECA - DECA.LIGIA GMAIL.COM
•    Altri membri: ΙΑΚΩΒΟΣ ΨΑΛΤΗΣ, Dessislava ANGELOVA DIMITROVA, MARIE TRELLU-KANE, PAULO ALEXANDRE DIAS DE VASCONCELOS AFONSO, RAGNAR WEILANDT
 
Websitehttp://invest-in-education.eu/


Insegnamento per i giovani - Upgrade a Erasmus 2.0

Status: Raccolta firme in corso scadenza 10/06/2014
Firme raccolte: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte


Questa ICE mira ad eliminare le ingiustizie dei sistemi educativi all’interno dell’UE, dando ai recenti, motivati ed ambizioni laureati europei l’opportunità di insegnare per uno o due anni in delle comunità urbane e rurali a basso reddito in tutta l’UE. L’iniziativa ha tre obiettivi: (1) dare la possibilità ai recenti laureati di acquisire esperienza lavorative e maggiore sicurezza, facilitando la loro futura entrata nel mondo del lavoro; (2) dare agli alunni europei che non hanno accesso a pari opportunità formative di avere una possibilità come studiare ad esempio in un’altra lingua ufficiale dell’UE; (3) consentire a quegli alunni che vivono in aree a basso reddito di sviluppare un vero senso di appartenenza europea – o anche affectio societatis- tramite il contatto fra loro e altri cittadini europei durante gli anni della loro infanzia e della loro adolescenza.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Articolo 165 e 166 del TFEU

Comitato dei cittadini promotori:

  • Rappresentante: Jean-Sébastien MARRE - teachforyouth outlook.com
  • Supplente: Marie CRAMEZ - marie.cramez sciences-po.org
  • Altri membri: Moritz ABSENGER, Jack DADSWELL, Miriam TARDELL, Claartje VAN DAM, Delia TOJA DE LA MUELA

 

Website: http://teachforyouth.wix.com/teachforyouth

ACT 4 Growth

Status: Raccolta firme in corso    scadenza: 10/06/2014
Firme raccolte: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte



Questa ICE contiene quattro proposte concrete per sviluppare l’imprenditorialità femminile come una strategia per una sostenuta crescita economica in Europa. Gli obiettivi principali sono quindi: (1) Creare un ufficio per la proprietà di imprese delle donne europee (European Women’s Business Ownership); (2) Nominare un direttore delle aziende femminili; (3) Collezionare dati, produrre report annuali e ricerche annuali; (4) Far rispettare la legislazione sulla parità dei sessi. Queste politiche replicano quelle messe in pratica negli Stati Uniti nel 1988, le quali videro un raddoppiamento del numero delle donne nel campo dell’imprenditoria, e l’aumento di lavori disponibili.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:

Articoli del TFEU: 157.1, 157.3, 173.1

Comitato dei cittadini promotori:

  • Rappresentante: Madi SHARMA - madi madisharma.org
  • Supplente: Marta TURK - marta.turk guest.arnes.si
  • Altri membri: Dennis Andrew USHER, Henrike VON PLATEN, Katharina CORTOLEZIS-SCHLAGER, Thaima SAMMAN, Piroska SZALA

    Website: http://www.act4growth.org



Let me vote

icon Intervista ai Promotori dellICE: Let Me Vote! (357.71 kB)

Status: ICE ritirata    scadenza: 28/01/2014
Firme raccolte: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte



Integrare i diritti del cittadino europeo elencati nell'articolo 20§2 TFUE col diritto di votare ad ogni elezione politica nello Stato membro di residenza alle stesse condizioni dei cittadini di detto Stato.
L'iniziativa intende sviluppare la dimensione politica del progetto europeo rinforzando il sentimento di appartenenza dei cittadini europei ad una comunità di loro scelta; essa avrà per effetto: - di approfondire il concetto di "cittadinanza europea" e di facilitare la libera circolazione nell'Unione. Inoltre. Tale iniziativa potrebbe contribuire a risolvere anche il problema della perdita del diritto di voto subita da un numero significativo di cittadini dell'Unione residenti in maniera stabile in Stati membri diversi da quelli di provenienza.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
articolo 20§2; articolo 25 TFUE

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Philippe CAYLA - philippe.cayla letmevote.eu
•    Sostituto: Alain BRUN - alain.brun letmevote.eu
•    Altri membri: Monique VEAUTE, Jürgen VAHLBERG, Reinder RUSTENA, Lydia VAZQUEZ JIMENEZ, Nicolas DELABY
•    
Website:http://www.letmevote.eu/


Fermiamo l’Ecocidio in Europa: un’Iniziativa dei Cittadini per dare Diritti alla Terra

icon Intervista ai Promotori dellICE: Fermiamo lEcocidio in Europa: uniniziativa dei Cittadini per dare Diritti alla Terra (365.5 kB)

Status: Raccolta firme in corso         scadenza: 21/01/2014
Firme raccolte: sono state raccolte 81.099 (*) firme 

Invitare la Commissione Europea ad approvare una legislazione che proibisca, prevenga ed ostacoli l’ecocidio – il danneggiamento estensivo, la distruzione o la perdita dell’ecosistema di un determinato territorio.
1. Introdurre il reato di Ecocidio e garantire che sia le persone fisiche che giuridiche che commettono Ecocidio siano considerate responsabili secondo il principio della responsabilità di comando. 2. Proibire e prevenire ogni atto di Ecocidio sul territorio europeo o nelle acque territoriali sotto giurisdizione europea, in aggiunta ad atti esterni all'UE commessi da persone giuridiche ufficialmente riconosciute nell'UE o da cittadini dell'UE. 3. Instaurare un periodo di transizione per agevolare l’evoluzione verso un'economia sostenibile.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
TFUE articoli 83,191,194; Direttive 2004/35/EC,2008/99/EC;Convenzione di Aarhus;Accordo di Copenhagen

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Prisca MERZ - prisca endecocide.eu
•    Sostituto: Viktoria HELLER - viktoria endecocide.eu
•    Altri membri: Thomas EITZENBERGER, Valerie CABANES, Tania Lúcia ROQUE, Kadri KALLE, Ramón MARTINEZ
•    
Website: www.endecocide.eu


Reddito di base incondizionato (RBI) – Esaminare un percorso per condizioni generiche dello stato sociale atte a promuovere una cittadinanza attiva nell’UE.

Status: Raccolta firme in corso       scadenza: 14/01/2014
Firme raccolte: sono state raccolte 166285 (*) firme

Richiesta alla Commissione di promuovere la cooperazione tra gli Stati membri (ai sensi dell'articolo 156 del TFUE), al fine di valutare il reddito di base incondizionato (RBI) quale strumento per migliorare i rispettivi sistemi di sicurezza sociale.
Nel lungo periodo l'obiettivo è quello di garantire ad ogni persona nella UE il diritto incondizionato, a livello individuale, al soddisfacimento dei propri bisogni materiali al fine di condurre una vita dignitosa, come indicato dai trattati dell'Unione europea e di favorire attraverso l’introduzione di un RBI, la partecipazione alla società. A breve termine, l’obiettivo consiste nel chiedere all'UE di promuovere "ricerche-pilota" (Art 156 TFUE) nonché l'esame dei diversi modelli di RBI [Risoluzione del PE 2010/2039 (INI) § 44].

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Trattato sull'Unione Europea (TUE): art.2, art. 3 Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea (TFUE)


Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Klaus SAMBOR - aon.914008712 aon.at
•    Sostituto: Ronald BLASCHKE - blaschke grundeinkommen.de
•    Altri membri: Stanislas JOURDAN, Sepp KUSSTATSCHER, Olympios RAPTIS, Branko GERLIC, Anne MILLER
•    
Website: http://www.basicincomeinitiative.eu/

separatore-ICE


Single Communication Tariff Act

Status: ICE ritirata        scadenza: 03/12/2013
Raccolta firme: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte



Una tariffa voce unica, flat, tutto compreso all'interno dell'Unione Europea.
Eliminare i costi del roaming in Europa, creare un mercato unico della telefonia per i cittadini europei.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Articolo 114 TFUE

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Vincent CHAUVET - vincent.chauvet onesingletariff.com
•    Sostituto: Martin WITTENBERG - martin.wittenberg onesingletariff.com
•    Altri membri: Pierre SHEPHERD, Adriano SHAHBAZ, Aleksandra HEFLICH, Stephanie ALIWELL, Flora LE GOUGUEC

•    
Website: http://www.onesingletariff.com

separatore-ICE


"30 km/h – rendendo le strade vivibili!"

Status: Raccolta firme terminata      scadenza: 13/11/2013
Raccolta firme: sono state raccolte 44.291 (*) firme

Noi proponiamo un limite di velocità regolare di 30km/h (20mph) in tutta l'UE per le aree urbane/residenziali. Le autorità locali possono introdurre altri limiti di velocità se sono in grado di mostrare come le esigenze ambientali e di sicurezza degli utenti più vulnerabili della strada siano soddisfatte.
L'Unione europea ha chiari obiettivi riguardo la sicurezza stradale e la tutela ambientale, ma questi non sono ancora soddisfatti. Un limite di velocità regolare di 30 chilometri all'ora (20 mph) aiuterebbe a raggiungere questi obbiettivi in modo più efficiente, in quanto si è dimostrato efficace a ridurre lesioni e morti, rumore, inquinamento atmosferico ed emissioni di CO2 e a migliorare il flusso del traffico. Le persone possono viaggiare con meno paura. Modalità di traffico compatibili con l'ambiente diventano più attraenti. Per soddisfare il principio di sussidiarietà, gli enti locali devono avere la decisione finale per impostare i limiti di velocità sulle loro strade e per mettere in atto alternative equivalenti per raggiungere gli obiettivi.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Articoli 91.1(c) e 191 Trattato sul funzionamento dell´Unione Europea (2010/C 83/01)

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Heike AGHTE - heike.aghte 30kmh.eu
•    Sostituto: Martti TULENHEIMO - martti.tulenheimo 30kmh.eu
•    Altri membri: Janez BERTONCELJ, Roderick Arthur Charles KING, Jeannot Marie Martin MERSCH, Samuel MARTÍN-SOSA RODRÍGUEZ, Hanns Michael MOSHAMMER
•    
Website: www.30kmh.eu



separatore-ICE


Per una piattaforma unica di raccolta firme on-line per le iniziative europee dei cittadini

Status: Raccolta firme terminata      scadenza: 01/11/2013
Raccolta firme: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte



Rendere possibile a tutti i cittadini europei di partecipare alla politica europea. E’ necessario garantire uno strumento con basse barriere per l’utilizzo e senza necessità di conoscenze tecniche. Fornire quindi una piattaforma europea on-line per le ICE attraverso la quale si possano registrare le nuove iniziative e raccogliere le firme a sostegno. Fornire una visione di insieme di tutte le iniziative esistenti in grado di suddividerle per argomento, paesi e popolarità. Permettere ai cittadini promotori di un ICE di rimanere in contatto con i propri sostenitori e permettere a tutti i cittadini di dibattere e commentare le ICE stesse. Mostrare in modo trasparente lo stato di ogni iniziativa e chi è responsabile per le diverse fasi prima che vi sia un a decisione finale.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Articolo 24 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea  (TFUE)

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Joerg MITZLAFF - joerg mitzlaff.net
•    Sostituto: Marcin DZIERZAK - dzierzy gmail.com
•    Altri membri: Matúš SÁMEL, Karli KUUSKARU, Jakob Frederik ANTHONISEN, Jean-Pierre SCHENGEN, Michael LAMBERT
•    
Website:   www.openpetition.eu

separatore-ICE

Sospensione del Pacchetto Clima-Energia UE

Status: Raccolta firme terminata       scadenza: 01/11/2013
Raccolta firme: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte



Sospensione del Pacchetto Energia e Clima dell'Unione europea del 2009 (ad eccezione delle clausole in materia di efficienza energetica), e ulteriore regolamentazione in materia di clima, fino alla firma degli accordi internazionali sulle emissioni di CO2 da parte dei più grandi emittenti, come Cina, Stati Uniti e India.
1.Arresto della politica per il clima dell'UE, che, in tempi di crisi economica, sperpera centinaia di miliardi di euro per azioni per il clima inefficaci e unilaterali. 2.Arresto del "carbon leakage", ossia del dislocamento di posti di lavoro e imprese nei paesi in via di sviluppo, dove non esistono regole sul clima. 3.Ribasso dei prezzi dei carburanti e dell’energia, incremento dell'occupazione e riduzione della "precarietà energetica", che consentirà di aumentare la coesione sociale e ridurre l'emarginazione. 4.Aumento della sicurezza energetica, mediante il consenso agli Stati membri ad utilizzare le proprie risorse energetiche.
Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Ludwik DORN - ldorn.eci onet.eu
•    Sostituto: Paul OAKDEN - pauloakden aol.com
Altri membri: Marin CONDESCU, Miroslav ROMANOVSKI, Robert Alexander STELZL, Alexander OIKONOMOY, Anders Primdahl VISTISEN

Website:    http://www.affordable-energy.eu/

separatore-ICE


Per una gestione responsabile dei rifiuti, contro gli inceneritori

icon Intervista ai Promotori dellICE: Per Una Gestione Responsabile dei Rifiuti, Contro Gli Inceneritori (358.38 kB)

Status: Raccolta firme terminata      scadenza: 01/11/2013
Raccolta firme: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte



Proporre alla Commissione europea di fornire  principi quadro per garantire una gestione e il trattamento responsabile dei rifiuti da parte di tutti gli Stati membri dell'Unione europea.
Questa iniziativa mira a far presentare alla Commissione europea una direttiva applicabile in tutti gli Stati membri basata su 7 principi: rafforzare la raccolta differenziata dei rifiuti domestici, divieto over-packaging, uso obbligatorio di imballaggi riciclabili, vietare incenerimento dei rifiuti, e, infine, la necessità di garantire una gestione e trattamento dei rifiuti, attraverso industrie e tecnologie senza impatto sull'ambiente e sulla salute.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Maastrich (JO 29.07.1992) / Articolo 3 - comma k " politiche in campo ambientale"

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: DRILLON GAËL ; JOSÉ ; DANIEL - gaeldrillon gmail.com
•    Sostituto: Sylvie ; Nelly ; Mariette DAUBRESSE - daubressesyl hotmail.com
•    Altri membri: Gabriela LEXMYR LINDSTROM, Eva HORVATHOVA, Elisabeth SEEMANN, Lucinda ; Clare HOPKINS, Aleksandra ; Renata KOTYNIA
•    
Website: http://ice.id.st

separatore-ICE

Un’educazione europea di qualità elevata per tutti

Intervista ai Promotori dellICE: UnEducazione Europea di Qualità Elevata Per Tutti


Status: Raccolta firme terminata      scadenza: 01/11/2013
Raccolta firme: non sono disponibili dati sulle firme di sostegno raccolte



Il futuro dell'Europa dipende dal sistema educativo, da come si educano i cittadini, da come imparano. Obiettivi educativi condivisi che riflettono i valori di base dell'Unione Europea (EU) devono essere al centro di una soluzione alle sfide odierne
Creare una piattaforma di discussione/collaborazione tra tutti i soggetti interessati dove genitori, insegnanti, studenti, parti sociali, educatori e decision-makers propongono, dibattono e formulano una politica europea per un modello educativo di qualità, pluralistico e orientato a EU 2020 per il sistema scolastico primario e secondario per tutti i cittadini Europei. Stabilire delle linee guida per l'implementazione di questo modello educativo, possibilmente terminante con una “maturità” Europea, a beneficio delle future generazioni, come previsto dal Trattato di Lisbona

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Articoli 165, 166 e 167 del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Ana GOREY - ana.gorey coe.int
•    Sostituto: Caroline HETTERSCHIJT - caroline4687 gmail.com
•    Altri  membri: Christopher WILKINSON, Michèle RETTER, Monika MANGHI, Friedrich PHILIPPS, Johannes THEINER
•    
Website:  www.EuroEdTrust.eu

separatore-ICE


Stop alla vivisezione

icon Intervista ai Promotori dellICE: Stop Vivisection (300.85 kB)


Status: Raccolta firme terminata      scadenza: 01/11/2013
Raccolta firme: sono state raccolte 1.126.005 (*) firme

Proposta di quadro legislativo volto a eliminare la sperimentazione animale nell'Unione Europea.
Considerando sia i chiari motivi etici che si oppongono alla sperimentazione animale sia le evidenze scientifiche che provano l'assenza di predittività del “modello animale” per una ricerca finalizzata alla salute umana, sollecitiamo la Commissione europea ad abrogare la direttiva 2010/63/UE sulla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici e a presentare una nuova proposta che abolisca l'uso della sperimentazione su animali, rendendo nel contempo obbligatorio, per la ricerca biomedica e tossicologica, l'uso di dati specifici per la specie umana.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
Articolo 13 del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: André MENACHE - representative.stopvivisection gmail.com
•    Sostituto: Gianni TAMINO - substitute.stopvivisection gmail.com
•    Altri membri: Ingegerd ELVERS, Robert MOLENAAR, Daniel FLIES, Claude REISS, Nuria QUEROL VIÑAS
•    
Website:   www.stopvivisection.eu
separatore-ICE


Uno di noi

Status: Raccolta firme terminata    scadenza: 01/11/2013
Raccolta firme: sono state raccolte 1.894.693 (*) firme

Protezione giuridica della dignità, del diritto alla vita e dell’integrità di ogni essere umano fin dal concepimento nelle aree di competenza UE nelle quali tale protezione risulti rilevante.
L’embrione umano merita il rispetto della sua dignità e integrità. Ciò è affermato nella sentenza CEG nel caso Brustle, che definisce l’embrione umano come l’inizio dello sviluppo dell’essere umano. Per garantire la coerenza nei settori di sua competenza dove la vita dell’embrione umano è in gioco, l’UE deve introdurre un divieto e porre fine al finanziamento di attività presupponenti la distruzione di embrioni umani in particolare in tema di ricerca, aiuto allo sviluppo e sanità pubblica.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:
TUE ARTT.2, 17; TFUE ART.4/comma 3 e 4, ARTT.168, 180, 182, 209, 210, 322

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: PATRICK GREGOR PUPPINCK - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
•    Sostituto: FILIPPO VARI - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Altri membri: JOSEPHINE QUINTAVALLE, JAKUB BALTROSZEWICZ, MANFRED LIEBNER, EDITH FRIVALDSZKY, ALICIA LATORRE

Website:   http://www.oneofus.eu/ ; http://www.mpv.org/uno_di_noi
separatore-ICE


Acqua potabile e servizi igienico-sanitari: un diritto umano universale! L’acqua è un bene comune, non una merce!

icon Intervista ai Promotori dell ICE Right2Water (378.35 kB)


Status: Raccolta firme terminata       scadenza: 01/11/2013
Raccolta firme: sono state raccolte 1.857.605 (*) firme

Esortiamo la Commissione europea a proporre una normativa che sancisca il diritto umano universale all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari, come riconosciuto dalle Nazioni Unite, e promuova l’erogazione di servizi idrici e igienico-sanitari in quanto servizi pubblici fondamentali per tutti.
La legislazione dell’Unione europea deve imporre ai governi di garantire e fornire a tutti i cittadini, in misura sufficiente, acqua potabile e servizi igienico-sanitari. Chiediamo che: 1. le istituzioni dell’Unione europea e gli Stati membri siano tenuti ad assicurare a tutti i cittadini il diritto all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari; 2. l’approvvigionamento in acqua potabile e la gestione delle risorse idriche non siano soggetti alle “logiche del mercato unico” e che i servizi idrici siano esclusi da qualsiasi forma di liberalizzazione; 3. l’UE intensifichi il proprio impegno per garantire un accesso universale all’acqua potabile e ai servizi igienico-sanitari.

Articoli dei Trattati considerati rilevanti dai promotori:

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Anne-Marie PERRET - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
•    Sostituto: Jan Willem GOUDRIAAN - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
•    Altri membri: Frank BSIRSKE, Annelie NORDSTRÖM, Ivan KOKALOV, Rosa Maria PAVANELLI, Dave PRENTIS
•    
Website: http://www.right2water.eu/

separatore-ICE


Fraternité 2020 - Mobilità. Progresso. Europa.

Status: Raccolta firme terminata        scadenza: 01/11/2013
Raccolta firme: sono state raccolte 70.412 (*) firme

F2020 vuole potenziare i programmi di scambio dell'Unione europea - come Erasmus o il Servizio Volontario Europeo (SVE) - al fine di contribuire a un’Europa unita basata sulla solidarietà tra i cittadini.
F2020 propone tre misure per aumentare la mobilità: 1) Utilizzo, da parte della Commissione, dei fondi comunitari esistenti in modo più coerente al fine di incoraggiare la mobilità. Inoltre, mira a promuovere un maggiore stanziamento di fondi per programmi di scambio in futuro. Infine, presuppone che il 10 per cento del bilancio dell'UE sia utilizzato su questi programmi. 2) Maggiori sforzi al fine di incoraggiare i partecipanti a sviluppare maggiori competenze interculturali, per esempio partecipando a corsi di lingua e a corsi sulle tradizioni, storia, società etc. del paese ospitante 3) Il progresso nel campo della mobilità deve essere maggiormente monitorato, ad esempio attraverso Eurostat o sondaggi di Eurobarometro.


Articoli dei Trattati considerati relevantin dai promotori:
TUE: articolo 17; TFUE: articoli 145, 162, 165-167, 174, 175, 180, 312, 337, 338

Comitato dei cittadini promotore:
•    Rappresentante: Luca COPETTI - LucaCopetti fraternite2020.eu
•    Sostituto: Simona PRONCKUTĖ - SimonaPronckute Fraternite2020.eu
•    Altri membri: Irina Adela POPESCU, Markus GASTINGER, Alessandra MIRABILE, Agnes Nikoletta DARABOS, Miguel OTERO-IGLESIAS
•    
Website: www.F2020.eu

separatore-ICE

(*) I dati sul numero delle firme raccolte per ogni ICE sono aggiornati mensilmente (ultimo aggiornamento: 11/12/2013).